lunedì, settembre 22, 2008

Siamo tutti uguali

Notare l'equo e proporzionato rilievo dato da questo quotidiano online (La Stampa) alla notizia del rapimento di cinque italiani e quella relativa al rapimento di 150 (CENTOCINQUANTA!) operai afgani.
Tutto normale: gli operai non contano nulla, gli afgani molto meno, figuriamoci l'incrocio tra le due tipologie...:-(
...e meno male che non erano gay, se no non ne avremmo mai saputo nulla.

(Anche sugli altri quotidiani on line italiani ovviamente le due notizie hanno rilievi ben diversi, ma qui - nello stesso box! - la cosa faceva più impressione).

2 commenti:

Max C ha detto...

dai....erano pure piemontesi !!
sono sicuro che sull'Eco del Chisone avranno un titolo a 9 colonne mentre gli afghani non saranno citati.
Già l'informazione è quello che è...però più vai verso il locale e pià le notizie locali vengono enfatizzate.
Probabilmente guardando BBC news (che ogni tanto osservo) le cose dovrebbero tornare ad avere il giusto peso...
Non ne farei un dramma !!

Fauno Silvestre ha detto...

Sì max hai ragione, purtroppo la stamapa ha ragioni che la ragione non conosce.
Il problema è che se non ci si puo aspettare molto da un giornale locale, d'altro canto dire che un giornale NAZIONALE non sappia dare rilievo a 120 persone rapite la dice lunga sul sistema nel quale viviamo. Se riuscissimo a guardare le cose da una prospettiva piu larga capiremmo l'origine di tanti problemi. E capendo l'origine è piu facile trovare una risposta.

Per questo i giornali ci mostrano un mondo così ristretto e locale.