venerdì, ottobre 26, 2007

Milano Centrale

Io, quando vado a Milano Centrale, sto proprio male.
Ieri era una giornata uggiosa, triste, grigia come accade ormai sempre più di rado, ma anche quando c'è il sole quel luogo mi intristisce e mi incupisce.
Scendo dal treno, mi infilo nella più brutta stazione del metrò del mondo, e mi pervade una tristezza profonda e irreversibile.
Tutto quel che c'è di più lurido, decadente, abbandonato, sporco, repellente sembra essere concentrato in quel luogo.
Non è possibile sorridere, provare gioia, tenerezza, simpatia, a Milano Centrale.
:-)

2 commenti:

Anonimo ha detto...

... pensavo lo stesso di Torino, ma poi un torinese doc mi ha fatto cambiare idea, parlandomene.
Chissa', magari anche Milano un giorno potrebbe avere uguale sorte ;-)))

Lo Scafo ha detto...

Ciao Lupo, ho qualche post in arrtrato da leggere, posso dirti che un anno e mezzo fa capitai a Milano. Mettendo da parte i campanilismi ed in modo del tutto sincero ho notato un forte degrado un po' in tutta la città, mole cose mi ricordavano l'incuria che aveva Roma negli anni 80: mercati che lasciavano cumuli e cumuli di immondizia per la strada, muri sporchi, insegne opacizzate dal tempo e dallo smog ed in particolare il cantiere sui navigli che sembrava (ripeto sembrava) abbandonato a se stesso.